[text]

I tesori dell’isola di Öland

Il territorio rurale della zona meridionale dell’isola di Öland (Alvaret) è  Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO per l'unicità della tipologia di terreni coltivati, pascoli e villaggi rimasta immutata da 5.000 anni.

  • Gettlinge gravfält, UNESCO World Heritage site

Gettlinge gravfält, UNESCO World Heritage site

5.000 anni di storia


Il territorio rurale della zona meridionale dell’isola di Öland è piatto come un biliardo e, nei tempi antichi, i muretti a secco dividevano i campi coltivati dai pascoli di mucche e pecore vicini al mare. L’area è punteggiata da circa 200 villaggi a schiera, tutti rivolti verso la strada e costruiti secondo regole ben definite.
Quest’area è teatro di insediamenti umani e agricoli da 5.000 anni. Il suo nome, Alvaret, deriva dallo strato sottile di terreno su un letto di pietra calcarea (alvar) e lo Stora Alvaret (Grande altopiano calcareo) è un immenso altipiano privo di alberi e cespugli e adibito a pascolo. In questo territorio antropizzato vivono esemplari rari di flora e fauna e quasi 32 specie di orchidee.

Pubblicità:

A part of the official gateway to Sweden