Dall’aurora boreale alle luci al neon- esotiche avventure invernali nelle terre selvagge e nelle grandi città

Volete isolarvi dal mondo per un attimo? Questo è il posto che fa per voi. Una giornata d’inverno in Svezia, nelle montagne o in una grande città, è un cocktail vitaminico di aria pulita e rilassanti silenzi.

Il termometro segna qualche grado sotto lo zero, una brezza ghiacciata pizzica le guance e la luce abbagliante del sole fa socchiudere gli occhi di fronte al candido paesaggio. Il cielo è di un blu intenso. In lontananza, nell’area montuosa di Fjällen, grande quasi quanto il Portogallo, l’avventura è all’ordine del giorno. È possibile arrivare praticamente ovunque in aereo , treno, auto, motoslitta e sci oppure con le racchette da neve o le slitte trainate da cani.

Dove finiscono le strade
Ma le case qui al nord sono piuttosto rare. Spesso costruire hotel e altre strutture in questi ambienti è una vera sfida. Un esempio è il famoso ICEHOTEL di Jukkasjärvi, ricostruito ogni inverno da quasi 20 anni, che si è conquistato la fama di una delle esperienze naturali più straordinarie al mondo. Nelle sue camere si dorme su letti di ghiaccio, sopra pelli di renna. All’Icebar si può gustare la ”zampa di lupo” (vodka e succo di mirtillo rosso) in bicchieri di ghiaccio nelle pause fra le varie attività: gite, spettacoli teatrali, mostre di scultura o arte, safari all’alce o in motoslitta e ice-racing. L’hotel applica una politica ambientale attiva, con l’obiettivo di diventare presto una struttura CO-negativa, cioè che produce più energie rinnovabili di quelle che consuma. Lo scioglimento dell’hotel in primavera è uno splendido esempio di riciclaggio. www.swedishlapland.com, www.icehotel.com 

Questa immensa catena montuosa è impreziosita da piccole perle: le caratteristiche stazioni montane. Se ne contano in tutto nove, di cui cinque situate alla fine di una strada e quattro in territori privi di strade. Il silenzio e la quiete sono totali. Il solo nome delle stazioni, spesso di origine lappone, richiama alla mente una pace idilliaca: Abisko, Kvikkjokk, Saltoluokta, Sylarna, Vålådalen, Blåhammaren, Storulvån e Kebnekaise (che prende il nome dalla montagna più alta del Paese, dalla cui cima di 2.111 m si può ammirare un undicesimo della superficie della Svezia!). Uno dei luoghi migliori per ammirare l’aurora boreale è la stazione montana di Abisko, dove è stata inaugurata da poco l’Aurora Sky Station. La stazione si raggiunge con la più lunga seggiovia svedese e durante il viaggio, se si è fortunati, si può ammirare l’aurora boreale che danza nel buio cielo invernale. http://www.abisko.nu/vinter/englishpages/aurora_sky_station.asp

Le stazioni montane si possono raggiungere in diversi modi: in auto, autobus, sci, motoslitta, con le racchette da neve o, se si ha fretta, anche in elicottero. Qui si respira l'aria più pura e durante il giorno è possibile fare escursioni in sci, trekking e scalate sul ghiaccio, rilassarsi leggendo un libro accanto al camino o provare la pesca nel ghiaccio in uno degli innumerevoli laghi e corsi d’acqua della regione. Se la fortuna aiuta, si possono pescare salmerini, trote, lasche o coregoni per il pranzo. La licenza di pesca è in vendita presso stazioni di rifornimento, uffici turistici, supermercati e negozi sportivi a prezzi modici: 60 SEK per un giorno, 120 SEK per tre giorni. www.svenskaturistforeningen.se

Volete qualcosa di più estremo? Un ”ark” è un mini-chalet mobile arredato di 5 mq che ospita comodamente 2-3 persone. All’interno dello chalet, ancorato sul profondo strato di ghiaccio del lago Torneträsk, è possibile pescare nel ghiaccio. Le acque cristalline permettono di vedere a decine di metri di profondità. Fuori dallo chalet, la vista è ancora più mozzafiato. Il cielo è nitido e il paesaggio brilla di ghiaccio e neve. Kenny Hansson, guida montana e proprietario dell’accampamento, vi porta a destinazione su una slitta trainata da cani. Uno dei momenti più memorabili è quando il cuoco dell’accampamento prepara la cena con prodotti locali: filetto di renna, alce o orso, uova di argentina, coregoni, more artiche, mirtilli rossi e funghi Shitake di grotta accompagnati da vini selezionati. Kenny e gli altri organizzatori di gite su slitte trainate da cani utilizzano principalmente alaskan husky. Kenny può essere contattato solo telefonicamente, ma altre località simili dispongono di siti Internet: www.fjallen.nu o www.polcirkeln.nu. www.naturensbasta.se, www.inatur.se.

Sci e altri sani divertimenti
Diversi campioni di sci di ogni tempo sono originari di Tärnaby, una piccola cittadina nel cuore delle imponenti montagne lapponi. A Ingmar Stenmark e Anja Pärson sono state dedicate delle piste nella località sciistica di Tärnaby-Hemavan. Nel nord del Paese si trova Riksgränsen, la località sciistica svedese più settentrionale, il cui esclusivo hotel offre agli sciatori un’atmosfera unica fino a giugno avanzato. La maggiore località sciistica svedese – Åre – dove nel 2007 si sono tenuti i Mondiali di Sci, presenta una vasta offerta di hotel, appartamenti, ristoranti e discoteche. Come la maggior parte delle località sciistiche, Åre non ha soltanto ottime piste da sci. Åre e Riksgränsen, ad esempio, hanno splendide spa con centri massaggi. Numerose località sciistiche offrono vasche da bagno all’aperto scaldate a legna per rilassarsi nelle buie serate invernali, oltre a safari in motoslitta, gite su slitte trainate da cani e, in alcuni posti, il curioso golf sulla neve. Visitate ad es. i siti www.skistar.com, www.riksgransen.nu www.bjorkliden.com. www.vemdalen.com www.stromma.se
 
Il mercato più freddo del mondo
Il mercato di Jokkmokk, che nel 2008 si terrà dal 4 al 9 febbraio, risale all’inizio del Seicento. All’epoca era un luogo di commercio riconosciuto dalla Corona in cui i mercanti si recavano per incontrare la popolazione lappone locale. Ancora oggi l’influenza lappone è determinante e il mercato offre un’ottima occasione per conoscere la cultura e le tradizioni lapponi. Presso le botteghe, le pulche e altre slitte si possono acquistare oggetti in argento e coltelleria, indumenti in pelliccia, pane casereccio e oggetti di artigianato tradizionale. Durante il mercato sono in programma esibizioni, concerti, danze, conferenze e mostre. Inoltre, sul lago Talvati si possono fare gite su slitte trainate da cani e in motoslitta mentre i lapponi si preparano per l’annuale ”renrajd” – una gara di sci al seguito delle renne. In Svezia vivono circa 20.000 lapponi, molti dei quali si danno appuntamento ogni anno al mercato più freddo del mondo.
www.jokkmokksmarknad.com

Divertimenti su ghiaccio e neve nel cuore della capitale
Da dicembre, per quattro mesi circa, Stoccolma si presenta in veste invernale. A meno di mezz’ora dal centro si trovano laghi e baie ghiacciati dove gli abitanti si dedicano a uno dei passatempi più popolari: il pattinaggio sul ghiaccio su lunghe distanze. I principianti possono esercitarsi nel prestigioso Palazzetto dello sport di Östermalm (a 15 minuti a piedi da Östermalmstorg), dove si possono anche noleggiare i pattini. Dopo aver affinato la tecnica, ci si può lanciare all’avventura nelle insenature costiere ghiacciate.

Per vedere lo skyline di Stoccolma sugli sci, il posto migliore è Hammarbybacken, nella parte meridionale della città. Scendendo dall’impianto, adatto sia ai campioni che ai principianti, si gode di una bellissima vista dei tetti del centro che la sera si illuminano delle insegne al neon. Qui si può sciare anche di sera e, dopo una giornata sugli sci, si può prenotare un tavolo al ristorante Göteborg, in riva al mare. www.skistar.com 

Volete qualcosa di più estremo? Provate un tuffo nelle acque ghiacciate vicino al centro di Stoccolma. A Hellasgården, nella riserva naturale di Nacka, e a Domarudden (Österåker) troverete splendidi percorsi per sci di fondo e trekking, ma anche calde saune a due passi dal mare. Dopo una sauna a circa 80°, si raggiunge rapidamente il pontile per immergersi nell’acqua prossima a 0°. Spesso si entra in un vero e proprio buco nel ghiaccio. Si dice che un bagno di calore seguito da un bagno ghiacciato sia la migliore cura di giovinezza. Forse per questo gli svedesi hanno la vita media più lunga al mondo? www.stockholmtown.com

Contatto stampa:

Karin Melin

karin.melin@visitsweden.com

Tel. +39-039-9903375 Cell: +39-335-315054

 

 

Pubblicità:

A part of the official gateway to Sweden