venerdì 16 novembre 2012

Un’occasione da non perdere per assaggiare le delizie sami del Nord della Svezia

                                                                                                                                                                   Al Salone del Gusto di Torino dal 25 al 29 ottobre 2012

I rappresentanti di Slow Food Sápmi, e Sami Cuisine, Lapplandsvilt e Idre Ren per la gastronomia, Visit Sápmi, Nutti Sami Siida, Renbiten e Camp Ripan per il turismo, insieme ad un rappresentante del Parlamento sami saranno presenti al Salone del Gusto di Torino, dal 25 al 29 ottobre 2012 presso lo stand 6J001 del Lingotto Ovale.

Il 26 ottobre alle ore 14.30 nel corso di un evento speciale verrà presentato il popolo sami, la gastronomia e il turismo di questa regione remota. Oltre che le degustazioni verrà anche proiettato un film sulla terra dei sami, chiamata Sapmi. Saranno presenti il Presidente di Slow Food Carlo Petrini, l’Ambasciatore di Svezia in Italia Ruth Jacoby e l’ufficio di Milano di VisitSweden.

All’interno della manifestazione Terra Madre vengono invece organizzati  due seminari sulla situazione e salvaguardia delle tradizioni gastronomiche dei popoli indigeni della Lapponia. Il 29 ottobre verrà presentato un film prodotto da Indigenous Terra Madre e verrà redatta una relazione su come la filosofia di Slow Food viene accolta dal popolo sami.
Slow Food Sápmi sarà uno degli attori principali che animeranno l’info desk dei popoli indigeni a Terra Madre.

L’ufficio del turismo Sami farà conoscere la terra e la cultura di questo popolo: con informazioni sulle caratteristiche di queste popolazioni, sulle tecniche di sopravvivenza e i forti legami con ciò che offre la terra Artica. Sarà inoltre possibile incontrare lo specialista di SlowFood Sápmi la cui mission è quella di preservare le ricette della tradizione e i metodi di cottura artici. Un’occasione da non perdere quindi per assaggiare le delizie Sápmi.

Vivere di ciò che la terra offre senza per questo sfruttarla è l’essenza della cultura sami e di ciò che si definisce la Sápmi Experience. Un’etichetta di qualità per un turismo responsabile e sostenibile, coniato da VisitSápmi  l’ufficio del turismo Sami che collabora con  VisitSweden. Le aziende sami presenti a Torino per il Salone del Gusto lavorano rispettando tali principi. La più meridionale azienda di allevamento di renne è Idre.  Due piccole aziende turistiche: la Idre Samecentrum e Renbiten offrono diverse attività tra cui la possibilità di seguire le greggi di renne, visite guidate nella natura, tour di pesca, eventi ed esperienze gastronomiche all’insegna di SlowFood Sápmi. 

A rappresentare le aziende della zona al disopra del circolo polare Artico: Ofelas Islandshästar, Nutti Sámi Siida, Nikkaluokta Sarri e Giron Travel, ci sono  lo staff di VisitSápmi, Camp Ripan da Kiruna e il pastore  Sámi Anders Kärrsted.  Tutte queste aziende  offrono un’esperienza secondo le tipiche tradizioni sami, tour per vedere la luce del nord, gite sulle slitte trainate dalle renne, gite a cavallo, in barca, battute di pesca, tour per conoscere la natura e la cultura, l’arte, i manufatti e la gastronomia locali, sia in inverno che in estate. Hanno anche la possibilità di offrire il pernottamento presso le proprie strutture.


Sápmi è una terra che non conosce frontiere. Qui la terra, la natura, la cultura e l’uomo sono una cosa sola. La terra abitata dalle renne è chiamata Sápmi; e comprende parte della Svezia, della Norvegia, la Finlandia e la Russia. I sami sono uno di quei popoli indigeni con lingua, cultura e tradizioni proprie, completamente differenti da quelle delle società confinanti. La loro terra è generalmente conosciuta come Lapponia, ma il nome corretto è Sápmi.
Sápmi è una terra caratterizzata da montagne ricoperte di neve, fiumi impetuosi, laghi immacolati e ruscelli, tundra e foreste. E’ un’area in cui la natura è di eccezionale bellezza, dove pace e tranquillità sono il perfetto rifugio per una fuga dal mondo di qualche giorno.
La popolazione sami vive qui da tempo immemorabile e i loro avi erano cacciatori e pescatori che si nutrivano di piante e bacche. Vivevano di ciò che la terra offriva loro senza sfruttarla e distruggerla. Le renne sono uno degli elementi centrali intorno a cui ruota la vita sami: un’eredità dei tempi passati che vede i pastori seguire le renne nelle loro rotte di migrazione, dall’inverno alla primavera, dall’estate all’autunno,  alla ricerca dei campi di foraggio adatti alla stagione.


Suovas, presidio Slow Food dal 2003
Slow Food Sápmi si è formata nel 2008 dopo una collaborazione con Slow Food per il presidio Suovas dal 2003.
Suovas è la fesa interna della renna essiccata, sala e affumicata nella tenda sami, la “kåta”, sopra il focolare. L’intento del presidio è di salvaguardare la preparazione tradizionale della Souvas da renne allo stato semi brado alle quali non vengono dati antibiotici o foraggio.

Contatto stampa:

Karin Melin

karin.melin@visitsweden.com

Tel. +39-039-9903375 Cell: +39-335-315054

 

 

Pubblicità:

A part of the official gateway to Sweden