[text]

La Svezia, un Paese ricco di tradizioni proiettato nel futuro

Oggi più che mai la gastronomia scandinava è sotto i riflettori internazionali. La Svezia, insieme agli altri Paesi nordici, offre una generosa natura incontaminata e sapori esotici in chiave contemporanea. Dal profondo nord del Circolo polare artico alle fertili pianure della punta meridionale (oltre 1500 km) in Svezia si susseguono regioni climatiche completamente diverse, caratterizzate da una ricchissima biodiversità di flora, fauna e tradizioni, senza contare gli ingredienti di prima scelta.

  • Newly picked blueberries
  • Mushroom picking
  • Magnus Nilsson at Fäviken Magasinet, Jämtland
  • Swedish cinnamon bun
  • Fika at Café da Matteo in Gothenburg
  • Swedish apples from Kivik

Newly picked blueberries

In estate e autunno, gli svedesi di tutte le età raccolgono funghi, frutti di bosco e frutta di ogni tipo, a seconda del territorio. La natura offre una varietà impressionante di funghi, oltre 500 specie di frutti di bosco e bacche e altrettante varietà di mele. Nelle foreste e nelle pianure crescono mirtilli, fragoline di bosco, more artiche, mirtilli rossi, sorbo, sambuco e molti altri. Alcuni si mangiano freschi con il latte o la panna, altri si utilizzano per marmellate, confetture o sciroppi di frutta che vengono gustati in inverno.

Molti Svedesi, e sempre più ristoranti, piantano cespugli di ribes rossi e neri, uva spina e lamponi direttamente nel giardino in città o in campagna. Oltre a rabarbaro, mele, pere, prugne e ciliegie a volontà, i giardinieri più ambiziosi coltivano anche l'orto con ortaggi ed erbe aromatiche.

La necessità di conservare il cibo e prolungarne la durata in un clima sfavorevole è stata fondamentale per lo sviluppo della cucina svedese che oggi è ricca di tecniche di essiccatura, affumicatura, salatura ecc. Le numerose varianti di aringhe marinate, la maggior parte agrodolci, sono forse l'esempio migliore, ma anche il salmone marinato. In passato, per preparare il gravad lax si salava e si sotterrava il salmone in terra fino al momento di consumarlo (grav significa sepolcro). Oggi il gravad lax viene preparato "sotterrando" sotto pressione il salmone condito con sale, pepe, zucchero e aneto tritato per un periodo variabile da un paio di ore ad un paio di giorni.

Il caffè è stato importato dalla Turchia all'epoca in cui Finlandia e Svezia erano uno stato unico. Tuttora i finlandesi sono i maggiori consumatori di caffè al mondo, seguiti dagli svedesi. La pausa caffè in Svezia è un vero fenomeno culturale e viene consumata un paio di volte al giorno insieme a parenti, colleghi o amici. Si sorseggia una tazza di tè o caffè spesso accompagnata da biscottini, torte o girelle alla cannella (kaffebröd) o da un sandwich al formaggio. Le caffetterie, chiamate konditori, sono il punto di ritrovo sia in città che nei piccoli paesi.

La vivacità della gastronomia scandinava si manifesta in modi diversi. Oltre ai ristoranti, sempre più piccole aziende gastronomiche aprono nelle provincie e nelle città. Microbirrifici, macelli itineranti, rivendite mobili di sidro alla spina e succo di mela, fornai con forno in pietra, produttori di formaggi artigianali, orticoltori, allevatori biologici di suini e bovini. Molti di questi nuovi prodotti artigianali sono frutto di una collaborazione con gli chef locali.

Anche le aziende vinicole sono in aumento, nonostante il clima freddo. La trentina di aziende registrate ha sede nel sud della Svezia e sulle isole di Gotland e Öland nel mar Baltico.

Pubblicità:

A part of the official gateway to Sweden